Aspettiamo un figlio. Aggiungi un posto a tavola

Che titolo strano vero?

Sarà capitato a tutti di ritrovarsi tra parenti o amici attorno al tavolo di un bar per fare due chiacchiere. Immaginate una situazione analoga, siete cinque persone sedute attorno ad un tavolino e state chiacchierando da una mezz’ora, a tratti la conversazione coinvolge tutte e cinque le persone a tratti due persone parlano tra loro ad un lato del tavolo e le altre tre a loro volta parlano tra loro. Si crea un equilibrio ed una familiarità, le persone sono sempre più a loro agio comode sulle loro seggiole.

A questo punto nel bar entra una persona conosciuta da tre persone del tuo gruppo , le viene proposto di unirsi a voi. Si cerca di recuperare un ulteriore seggiola nel locale e questa viene poi aggiunta al vostro tavolo. Per far posto al nuovo arrivato tutti vi spostate un po’ dal vostro posto, qualcuno si alza e sposta la sua seggiola in un altro punto del tavolo.

Ora siete in sei attorno al tavolo, le posizioni si sono leggermente modificate e al tuo fianco ora c’è la persona che prima avevi di fronte, alcuni discorsi sono rimasti in sospeso. Il gruppo attraversa una nuova fase di assestamento per trovare un nuovo equilibrio.

Ovviamente la situazione descritta è solo un modo per aiutare il lettore ad immedesimarsi in una situazione quotidiana; quali sensazioni avete provato? Avete sentito la curiosità di conoscere la persona che si è aggiunta? Avete sentito la fatica di dovervi spostare ed interrompere la conversazione? Avete sentito la leggera ansia di una nuova conoscenza? Cos’altro avete sentito?

Cosa succede quando in una coppia, in una famiglia arriva un bimbo? In un certo senso si avviano processi simili a quelli descritti prima. Certo con implicazioni emotive e psicologiche di ben altra portata. Prepararsi e riflettere su queste dinamiche è possibile e a volte anche auspicabile per ridurre possibili sofferenze e conflittualità.

 

Dr. Andrea Mantovani

Psicoterapeuta / Referente Clinico Consultorio Kolbe

 

Attività e coronavirus

In questo periodo  unico nel suo genere, in cui tutti dobbiamo dare il nostro contributo per il bene comune, il Consultorio Kolbe ha differenziato la sua attivita'  come da disposizioni ricevute, garantendo la disponibilita' degli operatori con consulenze telefoniche  e via Skipe ed  in sede solo per le consulenze urgenti e le attivita' indifferibili, Sono invece sospese tutte le attivita' di gruppo  secondo le disposizioni in atto e fino a data  da destinarsi.
Le segreterie rispondono  al numero di riferimento negli orari di ufficio ed inoltrano le richieste ai professionisti di riferimento.

 

Pandemia ed emozioni

Personalmente mai nella vita avevo sperimentato qualcosa di simile a quanto è avvenuto nel corso del 2020. Le restrizioni che si sono rese necessarie ci hanno costretti a comportamenti che mai avremmo pensato di dover assumere. Dall’uso di una mascherina davanti la bocca, alle limitazioni della libertà di movimento, alla convivenza forzata e continuativa o al contrario alla impossibilità di entrare in contatto fisico con persone amate.

L’essere umano ha la meravigliosa capacità di sapersi adattare a tutto e ciò ha costituito nel corso della storia evolutiva sulla terra la sua grande forza; più dei muscoli la nostra vera forza è quella di saperci adattare alle più svariate situazioni.

Così abbiamo tentato di fare durante questa pandemia. Non senza difficoltà e non senza passi falsi.

Dal punto di osservazione privilegiato costituito dall’attività in Consultorio abbiamo potuto entrare in contatto con molte situazioni in cui “l’adattamento alla pandemia” non è stato un processo lineare.

L’ISOLAMENTO del singolo individuo o di un nucleo famigliare è stato un potente detonatore che in alcuni casi ha portato alla luce vissuti emotivi dirompenti.

Il Consultorio è sempre stato presente e pronto a fornire supporto e assistenza. Ciò è avvenuto nella fase acuta e sta avvenendo tutt’ora nella fase post-acuta.

Quali emozioni, quali comportamenti ci sono rimasti dentro? Quali cose abbiamo capito su noi stessi, sui nostri cari, sui nostri colleghi e amici?

Un importante pedagogo e studioso dei processi di apprendimento (Jean Piaget) diceva che quando ci troviamo di fronte ad una nuova conoscenza dobbiamo integrarla nelle conoscenze che già abbiamo e alla fine dovremo ri-organizzare tutto il nostro sapere.

A volte può essere utile confrontarsi con una figura professionale per fare il punto della situazione.

 

Dr. Andrea Mantovani

Psicologo Psicoterapeuta

 

Corsi pre e post parto online

 

ll Consultorio KOLBE, in ottemperanza alle disposizioni in vigore per il contenimento COVID 19, organizza CORSI DI PREPARAZIONE ALLA NASCITA  e CORSI POST PARTO  ON LINE  anche con massaggio AiMi con il contributo degli specialisti : ostetrica, pediatra ,musicoterapista, psicologa, infermiera pediatrica,  conduttrice AiMi. 

Informazioni specifiche ed  iscrizioni presso le sedi di Bolzano (0471 401959), Laives (0471 950600), Merano (0473 233411).